Sorridiamo insieme e sosteniamo la ricerca contro le malattie rare!

Hola Amigos!
Tempo fa mi è capitato di leggere una frase di Charlie Chaplin che diceva: «Un giorno senza un sorriso è un giorno perso». La conoscevate?

Io ho sempre pensato che sorridere sia una delle cose più belle della vita: cambia subito l’atmosfera, mette tutti di buon umore e ci fa sentire meglio. Provo sempre un’intima gratitudine per chi mi strappa un sorriso – soprattutto se è una giornata un pochino storta – e cerco a mia volta di essere la prima che sorride: sorridere mi fa stare davvero bene 🙂

In questi giorni, però, c’è un motivo ancora più importante per sorridere tutti insieme e ci tengo davvero a parlarvene: si tratta della campagna Dona un sorriso (#donaunsorriso), con la quale AZ e Oral-B sostengono la Fondazione Telethon per la ricerca sulla malattie genetiche rare.

Pensate che le famiglie dei bambini con malattie genetiche rare vivono storie drammatiche, ma sanno sorridere con un atteggiamento positivo a un dramma che riescono ad affrontare proprio con il sorriso, guardando con speranza al futuro grazie alla ricerca.

Sorridiamo insieme!
Insomma, questa è una raccolta fondi importantissima!
Ecco perché la voglio condividere con tutti voi, amigos, e chiedervi un favore: se potete, andate sul mio profilo Facebook (basta cliccare QUI) e lasciate uno smile, cioè un sorriso 🙂 nei commenti alla foto di me e Tommaso insieme.
Per ogni emoticon sorridente AZ e Oral-B doneranno 0,10 centesimi a Fondazione Telethon!

Oppure, se volete, potete supportare la campagna anche attraverso l’acquisto dei prodotti AZ e Oral B: infatti, acquistando due prodotti (sono in promozione con il volantino con il logo del progetto) e caricando una copia dello scontrino sul sito http://www.az-oralbpertelethon.it/, i brand doneranno 0,10 centesimi alla Fondazione.

L’anno scorso grazie a questa campagna sono stati donati ben 150mila euro: proviamo a fare ancora meglio! 🙂

Doniamo un sorriso: a tutti!
Pensate che Tommaso è uno splendido bambino di tre anni affetto da una grave immunodeficienza (l’ADA-SCID, o Malattia dei bambini-bolla), che lo ha costretto nei primi mesi di vita all’isolamento per paura di infezioni (anche letali): oggi può beneficiare della terapia genica grazie alla ricerca Telethon e può vivere una vita migliore, come dovrebbe essere per ogni bambino 🙂

Ma di bambini e bambine come Tommaso ce ne sono tanti e hanno bisogno di noi: tutti possiamo fare qualcosa per aiutare la ricerca e regalare un futuro più sereno a tante famiglie.

È proprio come sorridere a chi ci sta di fronte, no? 🙂
Vi va di sorridere tutti insieme a me? Vi aspetto sul mio profilo Facebook!
Besitos!

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *